giovedì 9 gennaio 2014

Wall Of Sound - Grateful Dead (3)

Terzo post dedicato al Wall of Sound, il leggendario impianto di amplificazione usato dai Grateful Dead negli anni '73-'74.

Wall of Sound Grateful Dead 2 09 73

Quanto segue è la descrizione del sistema, testualmente tradotta in Italiano da uno dei pochi documenti tecnici che ho trovato in merito.

THE VOCAL SYSTEM
Il cluster centrale per le voci, costituito da due vie (Mid e Hi), è curvato in modo da ottenere una dispersione cilindrica; la dispersione verticale è piuttosto stretta, mentre la dispersione orizzontale ideale è fra 140 e 180 gradi. Gli speaker per la gamma bassa delle voci sono disposti in colonna. Tutti gli speaker sono progettati per ottenere gli stessi angoli di dispersione orizzontale e verticale. in modo che tutte le frequenze vengano sentite egualmente bene. Gli speaker sono posizionati più vicino possibile in modo che l'intera superficie del cluster agisca come un'unica sorgente. In questo modo viene mossa una grande massa d'aria contemporaneamente in modo che non sia richiesta una pressione elevata ai singoli coni. Un significativo miglioramento della qualità delle voci si è ottenuto grazie all'uso dei microfoni differenziali. Ogni cantante ha una coppia di microfoni Bruel&Kjaer (matched pair) sommati in controfase, e ne uso uno solo per cantare. Tutti gli altri suoni che entrano ugualmente nei due microfoni si annullano quando i due segnali vengono sommati insieme. In questo modo si minimizzano rientri e rumore di fondo
 nei canali delle voci.

schema wall of sound grateful dead


THE PIANO SYSTEM
Questa è una versione ridotta del vocal system. Un crossover divide il segnale in tre parti. Le alte e medie vanno ad un cluster di speaker da 5" e 12" costruito nello stesso modo del cluster centrale delle voci. I bassi vanno ad una colonna di speaker da 15". C'è un controllo di volume separato per ciascuno dei 5 custom pickup Countyman in modo che Godchaux (il tastierista, ndr) possa bilanciare il suono. Garcia e Kreutzmann hanno entrambi monitor o fill per il piano di cui possono regolare il volume in maniera indipendente.

THE DRUM SYSTEM
Il Drum System ha due parti indipendenti. La cassa usa un canale di amplificazione e 16 speaker da 15 pollici in colonna. Il resto dei tamburi e i piatti sono microfonati attraverso un crossover a 3 vie che separa il segnale in alte, medio alte, medio basse che alimentano tweeter da 5" e speaker da 12". Questa seconda parte del drum system usa due canali come se fosse stereo con colonne di speaker identiche su entrambi i lati.

CHITARRE
Entrambe le chitarre utilizzano colonne di speaker da 12". La chitarra di Jerry ha un'estensione di fianco a keith e dietro Phil. Jerry usa una chitarra custom Doug Irwin/Alembic. Ha un corpo simile alla Gibson Les Paul con pickup di una Fender Stratocaster.
Bob suona una Gibson 335. Usa strumenti particolari come un Eventide Clockwork Digital Delay per ripetere le note e creare ripetizioni simili a eco di colore e timbro differente. Un'altro accessorio usato è un Alembic Parametric Equalizer che gli consente di ottenere un controllo completo della risposta in frequenza mediante tagli o enfatizzazioni in ciascuna delle 3 bande, di cui può esser controllata anche l'ampiezza della campana.

BASSO ELETTRICO
Phil usa un nuovo basso quadrifonico, la cui elettronica è stata progettata e costruita da Goerge Mundy, mentre il corpo e i pickup da Rick Turner. Il nuovo basso ha le stesse caratteristiche di versatilità del vecchio: 3 pickup (bassi e alti a bassa impedenza che coprono tutte le corde e un pickup quadrifonico che ha un segnale separato per ciascuna corda); in ciascuno dei pickup bassi e alti ci sono controlli che gli consentono di selezionare: 1) l'ampiezza di banda del filtro 2) la frequenza centrale del filtro 3) il tipo di filtro usato 4) il mix fra segnale diretto e equalizzato. La varietà di suoni che possono essere ottenuti sul basso è la risultante delle numerosissime combinazioni di queste variabili. Il nuovo basso ha una risposta in frequenza con un tono più definito e due quad pickup invece di uno. La principale miglioria nel nuovo basso è un Digital Decoding Circuit che consente a Phil, attraverso l'uso di dieci pulsanti sul basso, di selezionare una delle 16 combinazioni spaziali dei suoi speaker nella modalità quadrifonica, e 8 in stereo.

DESIGNERS AND WORKSHOPS
Il sound system dei Grateful Dead è stato sviluppato negli ultimi 8 anni come un'impresa tecnica e di gruppo. Sono stati fatti continuamente cambiamenti in tutte le direzioni che hanno aiutato nel migliorare la qualità del suono, sia per quanto rigaurda l'ascolto del pubblico sia per l'ascolto sul palco. Il concetto e la progettazione del sistema è stato sviluppato da Bear, Dan Healy e Mark Raizene dello staff tecnico dei Dead e da Ron Wickersham e Rick Turner dell'Alembic. La costruzione e manutenzione è stata fatta presso la sede dei Grateful Dead dalle persone responsabili del trasporto e gestione del sistema in tour. La progettazione e costruzione di alcuni componenti elettronici speciali è stata fatta in Alembic, John Curl è consulente del progetto.

Il numero di persone in tour che segue l'allestimento della parte audio, luci, strutture e palco varia, ma la configurazione tipica è:
Band: 6
Sound: 10
Lights: 4
Staging and trucking: 7
Road management: 3
Il sound system viaggia in un camion da 12 metri, palco e strutture in due camion aperti e le luci in un van da 7 metri. tutto il materiale pesa circa 75 tonnellate.


wall of sound grateful dead prima versione

wall of sound grateful dead dettagli 01

wall of sound grateful dead dettagli 02

wall of sound grateful dead dettagli 03

wall of sound 2

Nessun commento:

Posta un commento